La legge di Darwin

CONDIVIDI L’ARTICOLO

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
50 anni email_5

50 anni di email - 2 MIN. DI LETTURA

Aggiornato: Novembre 2021
Fabio Masini

CTO

Secondo Charles Darwin una delle caratteristiche che contraddistingue la resilienza di una specie non è tanto la sua intelligenza o la sua forza, quanto la sua capacità di adattarsi ad ambienti anche molto diversi.

Tra i fattori più critici in questi casi possiamo individuare la velocità di cambiamento del contesto e l’entità degli stessi.

Parlando di tecnologia digitale, è evidente come molte invenzioni siano diventate obsolete in tempi sempre più rapidi, cancellando spesso ogni propria traccia anche dalla conoscenza delle nuove generazioni.

Ho letto recentemente di un bambino che vedendo un floppy disk da 3.5” (spero sappiate di cosa sto parlando) ha chiesto: “qualcuno ha stampato l’icona di salvataggio con una stampante 3d?”

Il tema è ben noto anche alla comunità scientifica che ha individuato le “specie più a rischio di estinzione”; numerosi sono articoli, testi e sezioni di ricerca universitaria che preannunciano persino un “medioevo digitale” come possibile scenario in cui non saremo in grado di accedere a contenuti digitali del passato.
Non ultimo anche l’affollato cimitero di Google che conta ben 166 vittime in 13 anni, con una vita media di 4 anni circa.

Senza entrare ora nel merito delle cause che possono determinare la sopravvivenza di una tecnologia o delle misure per prevenirne l’estinzione, possiamo constatare in modo evidente come l’email sia uno di quegli strumenti tecnologici che meglio ha saputo competere con tecnologie di comunicazione emergenti e sia riuscito ad adattarsi in modo straordinario a variazioni spesso imprevedibili e repentine del contesto stesso in cui operava.

Mi riferisco a sistemi di posta elettronica che nel tempo hanno cercato di imporre propri standard, logiche di rendering dei contenuti “originali”, misure di sicurezza e tutela della privacy, feature a corredo più o meno supportate dai vari vendor, etc.

L’email è sopravvissuta ai primi webmail dei grandi portali di inizio millennio, che cercavano ad esempio di forzare il proprio look-and-feel anche alle email ricevute dai propri utenti (intervenendo sugli stili scritti nel codice), è riuscita a garantire una leggibilità del contenuto anche nelle situazioni più estreme in termini di compatibilità, quando il codice HTML non era di fatto uno standard per tutti o da quando le immagini remote vengono bloccate di default, fino ad adattarsi in modo flessibile e automatico a schermi di ogni dimensione, sempre più grandi sulle postazioni fisse e sempre più piccoli sui device mobili.

Oltre a questo, ha saputo adattarsi a contesti di comunicazione che hanno necessariamente prediletto un rapporto diretto 1:1, ogni volta che un mittente si è trovato a comunicare in modo semplice e veloce con un’ampia o ampissima platea di destinatari, ognuno dei quali con un profilo e con esigenze ben diverse.

Allo stesso modo, ha abilitato l’utilizzo di contenuti in grado di fornire dinamicità, come le immagini animate, si pensi al classico “countdown”.

Continua a leggere l’articolo e scopri le nostre tips

  • Hidden
  • Ho letto e compreso la Privacy Policy e accetto integralmente i Termini d'Uso.

CONDIVIDI L’ARTICOLO

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

SCOPRI

Altri articoli
popolari.

Happy Data Protection Day!

Il mondo di magnews

Happy Data Protection Day!

La Giornata della protezione dei dati personali, istituita nel 2006 dal Consiglio d’Europa, si pone l’obiettivo di sensibilizzare cittadini, istituzioni pubbliche, enti di ricerca e aziende rispetto al tema della protezione dei dati personali.

6 MIN. LETTURA

Valentina Zecchi

DPO

Effetti speciali

50 anni di email

Effetti speciali

Eccoci arrivati alla fine di questo percorso e di questo anno impegnativo. Pensare all’email come a qualcosa di attuale ed efficace, ci proietta inevitabilmente verso un futuro ricco di grandi aspettative. A parte alcune evoluzioni e mutamenti che le hanno permesso di sopravvivere nella feroce giungla digitale, quando pensiamo ad un’email bella e innovativa, cosa […]

2 MIN. LETTURA

Fabio Masini

CTO

List Bombing: cos’è e come evitarlo

Il mondo di magnews

List Bombing: cos’è e come evitarlo

Gli attacchi informatici a danno degli utenti o degli speditori sono sempre in agguato. Ne esistono di tanti tipi e con diversi scopi. Oggi ti parliamo del List bombing, con l’obiettivo di metterti in guardia da questo attacco che negli ultimi anni è diventato sempre più frequente.

7 MIN. LETTURA

Lucia Mongardi

Deliverability Manager

Email Sicure

50 anni di email

Email Sicure

Appena trascorso il mese dedicato alla Computer Security, non possiamo non parlare di sicurezza e in generale adeguatezza dell’email rispetto al mondo digitale in cui viviamo. Nello specifico parleremo di Cybersecurity, che pur essendo un sottoinsieme degli aspetti generali della sicurezza, comprende al proprio interno aspetti sia tecnologici che giuridici.

4 MIN. LETTURA

Fabio Masini

CTO

Apple Mail Privacy Protection loves magnews back

Il mondo di magnews

Apple Mail Privacy Protection loves magnews back

Il 20 settembre 2021 Apple ha rilasciato iOS 15. Da quel momento in avanti, le aperture provenienti dall’applicazione Apple Mail non possono più essere considerate attendibili. Magnews ha deciso di adottare un approccio cautelativo e conteggia come aperture solo quelle affidabili.

7 MIN. LETTURA

Fabien Brouillaud

Chief Product Officer

Feedback Loop Telecom Italia: online il monitoraggio su magnews

News

Feedback Loop Telecom Italia: online il monitoraggio su magnews

Siamo lieti di annunciarvi che dal 24 novembre 2021 magnews è iscritto anche al Feedback Loop di Telecom Italia. Cosa significa? Che ora possiamo individuare anche i contatti Telecom Italia che segnalano come spam un'email e impedire che ne ricevano altre indesiderate.

3 MIN. LETTURA

Lucia Mongardi

Deliverability Manager

Diventa Partner!

Creare una relazione tra le aziende e i consumatori che possa generare valore di business per entrambi in una esperienza di successo.

Stiamo creando una community che vogliamo far crescere assieme per costruire una collaborazione sempre più di valore.

Partner Program, la soluzione di magnews che consente di diventare parte di un vero knowledge hub, progettato per favorire la crescita di competenze e business.

  • Ho letto e compreso la Privacy Policy e accetto integralmente i Termini d'Uso.

Raggiungi i tuoi obiettivi di business

Scrivi ad un nostro consulente oppure richiedi una demo gratuitamente!

Richiedi una demo Scrivi ad un consulente

No grazie