Il Tagging nell’Email Marketing. Caso BTicino.

Se la chiave dell’email marketing è la personalizzazione dei contenuti e delle offerte che proponiamo, ottenere informazioni sulle preferenze dei contatti per essere più rilevanti diventa fondamentale. I modi per ottenerle sono diversi: si possono elaborare sondaggi online, chiedere ai subscriber di auto-profilarsi in fase di iscrizione, oppure si possono evincere le loro preferenze tracciando e analizzando il comportamento rispetto alla nostra email: apre? Approfondisce la lettura delle nostre news? Quali categorie di news trova più interessanti? Laddove la nostra newsletter propone offerte ecommerce, possiamo anche tracciare la conversione sul sito.
Il monitoraggio del customer journey a partire dall’email, a differenza della stessa analisi sul sito web, consente di ottenere dati personali e non solo aggregati. Quando proponiamo contenuti o offerte tramite email, non solo possiamo conoscere il trend dell’interesse che le nostre notizie suscitano, ma anche conoscere con precisione “chi clicca cosa” e determinare strategie conseguenti come:
-promo mirate sulla base degli interessi;
– newsletter dove i contenuti “preferiti” dagli utenti appaiono automaticamente nel primo blocco.
Il “tagging”, ovvero l’assegnazione di una categoria per ogni contenuto (testuale o iconografico), aumenta sensibilmente la rilevanza delle nostre comunicazioni e di conseguenza il tasso di redemption rispetto a una generica promo su web.
Il cliente Bticino, leader nella produzione e distribuzione di impianti elettrici, utilizza il tagging di contenuti in maniera evoluta: grazie all’integrazione con il CRM Salesforce infatti, le preferenze “di lettura” diventano preziose informazioni che arricchiscono i contatti CRM. MagNews restituisce infatti a Salesforce i dati di interazione sul singolo contatto, permettendo operazioni commerciali mirate, l’individuazione di cluster per nuove campagne, oltre che il monitoraggio degli indirizzi email errati o inesistenti per migliorare la deliverability.

innovaction Bticino
Il tagging dei contenuti, rispetto alla profilazione classica, restituisce un dato sempre aggiornato sulle preferenze. Con queste informazioni si possono operare query avanzate su Salesforce: per esempio è possibile estrarre la lista degli istallatori di Bologna interessati alla citofonia o alla domotica.
Il 25 settembre parleremo della case Bticino in occasione dell’evento Performance Marketing organizzato dal network Knowità. Se non sarete presenti, potrete comunque consultare le slide sulla pagina dell’evento, a partire dal 26 settembre.
Per vedere l’integrazione MagNews-Salesforce, potete naturalmente chiedere una demo gratuita.

Valentina Santandrea

Communication Specialist | Diennea - MagNews.