Come scegliere il mittente giusto per la tua newsletter

Il mittente di una newsletter è determinate per la lettura dell’oggetto e, di conseguenza, l’apertura di un email. Quindi per far sì che la tua campagna di email marketing abbia successo, devi assicurarti che il mittente della tua comunicazione sia riconoscibile e riconducibile ad un’azienda.
Ricordati che per i filtri antispam, il mittente è il più importante ecco perché non bisogna trascurarlo. Oggi condividiamo alcune best practice per aiutarti a capire come definire il mittente giusto per le tue campagne di email marketing.

Mittente newsletter

Utilizza un mittente riconoscibile

In molti client di posta elettronica viene visualizzato il nome del mittente e l’indirizzo email, in altri client invece, solo uno dei due. In entrambi i casi, gli utenti devono poter riconoscere immediatamente la tua comunicazione, quindi cerca di utilizzare un nome sensato e in linea con l’indirizzo email scelto (nel caso di client che visualizzano entrambi).

Generalmente il campo mittente coincide con il nome dell’azienda/brand, quindi cerca di evitare abbreviazioni o sigle perché il riconoscimento non sarà immediato.

Non dimenticare che se l’utente non ti riconosce hai più possibilità che la tua comunicazione venga segnalata come spam o non letta!

Personalizza la comunicazione

Il mittente, come detto in precedenza può essere il nome dell’azienda, ma è consigliato utilizzare il nome di una persona come ad esempio il responsabile delle comunicazioni, il manager, il presidente ect… In questo modo i destinatari delle tue comunicazioni possono associare facilmente la tua email ad una persona fisica.

Ricordati però di non creare confusione: se su altri canali di marketing (sito web, social, pubblicità online e cartacea) utilizzi sempre il nome dell’azienda/brand, bisogna mantenerlo anche nelle tue campagne di email marketing.

Tone of voice

Mantieni il tono utilizzato nelle altre attività di promozione per essere coerente in quello che comunichi. Per esempio, se normalmente utilizzi un tono scherzoso puoi pensare di utilizzare un mittente altrettanto originale. Ricorda sempre che la tua scelta deve essere in linea con la tua strategia di comunicazione.

Personalizza per target

Hai un eCommerce e hai bisogno di inviare vari tipi di newsletter? In questo caso, potresti creare diversi mittenti con un nome ed un indirizzo email differenti. E’ una buona best practice per far capire subito all’utente la tipologia della tua comunicazione. Ecco qui alcuni esempi: assistenza@mybrand.it, customerservice@mybrand.it, newsletter@mybrand.com.

Ti è piaciuto il nostro articolo? Metti subito in pratica i nostri consigli e scarica le nostre “Best Practice di Email Marketing”

Gabriella Pistillo

Marketing Specialist | Diennea - MagNews.