Quanto cresce l’ecommerce in Italia?

Cresce del 16% l’Ecommerce B2C in Italia: una sintesi dell’Osservatorio del Politecnico di Milano e Netcomm

MagNews è sponsor della 13° edizione dell’Osservatorio eCommerce B2c del Politecnico di Milano e Netcomm, i cui risultati sono stati presentati a Milano lo scorso 19 ottobre.

Vi presentiamo in questo post una sintesi della metodologia e dei risultati.

Tramite l’intervista a 250 merchant italiani, la ricerca ha l’obiettivo di analizzare i trend degli acquisti online di prodotti e servizi in ambito B2C confrontandoli con quelli globali. Un settore fortemente in crescita quello dell’ecommerce, il cui valore ha raggiunto, a livello globale, i 2.000 miliardi nel 2014 (+18% rispetto allo scorso anno) e 1,1 miliardi di acquirenti online nel mondo. In questo mercato l’Europa rappresenta il 30% delle vendite e l’Italia, seppur con una crescita più contenuta, conta 11,1 milioni di acquirenti abituali, perlopiù nella fascia tra i 30 e 55 anni, che si stanno evolvendo sempre di più adottando un approccio omnicanale. Il valore del mercato italiano supera i 16 milioni di €, con una crescita del 16% rispetto al 2014.

ecommerce italia trend

L’acquisto di prodotti (+21%) cresce a un ritmo più elevato rispetto a quello dei servizi (+12%), che però mantiene ancora la quota preponderante. Basti pensare al turismo, settore in assoluto più performante che in un solo anno ha visto aumentare di quasi 1 miliardo di euro le vendite online (+14% vs 2014) arrivando a quota 7.8 miliardi di euro (quasi la metà del totale). In termini assoluti, dopo le vendite di biglietti, hotel e pacchetti turistici, il secondo settore dell’ecommerce in termini di vendite è l’hi-tech (+21%), seguito da abbigliamento (+19%) trainato da Yoox e Zalando, per finire con l’editoria (+31%). In grande crescita anche il Food & Grocery (interessante il caso Eataly.net, di cui potete leggere la case history) che, insieme ad Arredamento, Home Living e Beauty raggiungono quasi 1 miliardo di € nel 2015 (e nel 2014 erano praticamente irrilevanti).

Ma quanto pesa l’ecommerce italiano rispetto alle vendite retail? Circa il 4%. Se però consideriamo i paesi dove l’ecommerce B2C è in assoluto più maturo come UK, USA, Corea, Giappone, questa percentuale arriva anche tra il 13 e il 18%.

In questo scenario, grande crescita anche per gli acquisti da smartphone e tablet, che raggiungono il 22% del totale delle vendite. Un segnale sempre più forte per le aziende che devono migliorare la customer experience attraverso l’utilizzo delle migliori tecnologie: dalla consultazione del sito fino ai pagamenti, senza trascurare le email, che devono essere responsive.  Tra le varie tecnologie a disposizione, l’email è uno strumento fondamentale per il mondo ecommerce perché, essendo un medium proprietario, è il principale vettore tra l’azienda e l’utente.

Una buona campagna di digital direct marketing può incidere  fortemente sulle vendite e, con un costo contenuto, arrivare ad aumentare anche del 20% il valore degli acquisti. La mission delle aziende è guidare il consumatore attraverso il customer journey, attraverso piani di contatto personalizzati e automatizzati al fine di intraprendere azioni push con obiettivi di cross-selling e up-selling.

La tecnologia di MagNews e l’integrazione con le principali piattaforme di ecommerce facilitano enormemente tutti i meccanismi di questo mercato, riducendo l’operatività. Nello specifico, le integrazioni con Magento e Prestashop, sincronizzano le informazioni riguardanti iscrizioni, acquisti, ordini rendendo possibili piani di comunicazioni automatici altamente personalizzati e reportistica avanzata, con attenzione alla deliverability.

Sul sito osservatori.net il progetto di ricerca.

Claudia Temeroli

Marketing Manager | Diennea - MagNews.