Newsletter di saldi? Qualche spunto per marketer

Siamo in stagione di saldi e non solo nel mondo fashion. È arrivato il tempo di promuovere le vostre offerte e farlo utilizzando newsletter e DEM è certamente una strategia interessante: primo, perché è l’email è ancora il canale digitale che vanta il maggiore ROI; e secondo, perché gli sconti sono quello che la maggior parte degli utenti spera di trovare nelle newsletter.
Ecco qualche spunto da sfruttare in questo periodo.

DEM o Newsletter?

Generalmente chiamiamo DEM un’email con un messaggio di comunicazione esclusivo (in questo caso, per esempio: “Corri sul nostro e-shop, impazzano i saldi”) e newsletter un “digest”, una sorta di magazine via email, caratterizzato da diversi articoli. Gli articoli possono trattare contenuto editoriale (per esempio news) oppure, come in questo caso, focus su specifici prodotti. Ogni articolo conterrà quindi un’immagine corrispondente al prodotto, un breve abstract per invogliare ad approfondire e un link alla pagina di prodotto.
Le due tipologie di comunicazione non si escludono a vicenda.
La DEM lascia più spazio alla creatività. Se avete una campagna “saldi” in corso, potete ripensare la creatività in chiave email (oppure, inventare una creatività ad hoc), invitando la vostra mailing list a fiondarsi sul vostro ecommerce, in cerca dell’occasione migliore o dell’abito più bello, oggi a prezzo speciale.
Non cedete tuttavia alla tentazione di schiaffare l’immagine della vostra campagna nell’editor della piattaforma per email marketing e di considerare il gioco fatto. Molti utenti non vedono le immagini di default, e in quel caso non solo dovrete convincerli ad aprire l’email, ma anche a scaricare l’immagine. Forse state chiedendo troppo: ricordate che in inbox siete tanti!

dem fashion esempio

La seconda possibilità, la newsletter, è interessante nella misura in cui siete in grado di individuare offerte specifiche che interessano quell’utente. E qui entra in gioco la vostra capacità di profilazione. Potete lavorare sui campi del database (per esempio prevedendo articoli “da donna” o articoli “da uomo”) o sulle preferenze, attraverso il tagging. Fate attenzione anche anche alla disponibilità dei prodotti: durante i saldi potrebbero finire in fretta. Un’integrazione tra sistema email marketing e sistema ecommerce vi aiuta a essere più precisi.

esempio di newsletter profilata

Avete i numeri?

Non dimenticate di comunicare i numeri della vostra promozione: la percentuale di sconto, i prezzi finali dei prodotti. Molti clienti sono ghiotti di saldi, ma devono essere saldi veri!

Non solo saldi

Durante i saldi è probabile che il vostro ecommerce registri un aumento dei visitatori. Non dimenticate di sfruttare i touchpoint che avete a disposizione per invitarli a iscriversi alla newsletter. Gli amici sono da tenere stretti: fatevi ricordare!dem esempio

Altri spunti sul nostro manuale “Email Marketing per Ecommerce“.