Marketing Automation: workflow welcome email

La scorsa settimana abbiamo visto come recuperare il carrello abbandonato del vostro ecommerce mettendo in atto una strategia di Marketing Automation. Oggi, invece, vediamo come sfruttare al meglio le welcome email, sottovalutate da alcuni, ma che hanno un tasso di apertura molto alto.

Marketing Automation_welcome email

Invia un messaggio di benvenuto ai nuovi utenti

La prima impressione è quella che conta, e le welcome email sono il vostro biglietto da visita! Inviare un messaggio di benvenuto è un buon modo per iniziare ad instaurare un rapporto duraturo con l’utente, che presumibilmente diventerà il vostro futuro cliente. Le welcome email vengono inviate in seguito all’azione svolta dall’utente: iscrizione al vostro blog, alla newsletter o al vostro ecommerce.

Grazie all’invio di queste comunicazioni avrete l’opportunità di far conoscere il vostro brand offrendo contenuti e materiale informativo, ma allo stesso tempo potete anche profilare il vostro database aggiungendo ulteriori informazioni sul vostro utente.  Nel nostro articolo “Welcome Email: cosa non deve mancare”  trovate le best practice per creare efficaci email automatiche di benvenuto.

Marketing Automation: workflow welcome email

Passiamo ora alla pratica ed al nostro caso di successo, quello di Bellissima.com, con il quale abbiamo realizzato, tramite il nostro software di marketing automation, questo flusso di comunicazioni in base all’esigenze del suo ecommerce. L’obiettivo è, come in tutte le welcome email, di creare subito una relazione con l’utente, dargli il benvenuto, presentare il proprio brand, ma soprattutto trasformarlo in cliente.

Il workflow che andremo a vedere prevede 3 comunicazioni simili tra loro avente come obiettivo la conversione, cioè l’acquisto del prodotto.

workflow welcome email

La prima email viene inviata nel momento in cui l’utente effettua la registrazione. E’ consigliato inviare l’email con un subject accattivante, perché come sappiamo le caselle di posta elettronica sono inondate di comunicazioni di questo tipo, quindi la vostra deve differenziarsi.

Potreste sfruttare questa prima forma di contatto con l’utente offrendogli un buono sconto come regalo di benvenuto (strategia utilizzata con l’ecommerce di Bellissima.com). Se dopo 7 giorni l’utente effettua l’acquisto, il workflow viene chiuso con esito positivo ed obiettivo raggiunto.

In caso contrario, viene inviata un’altra comunicazione ma questa volta con un subject diverso. Se l’utente, colpito da questa comunicazione, decide di aprirla finisce nel flusso precedente per segnare l’azione positiva.

Se l’utente, invece, ha aperto le comunicazioni ma non ha effettuato l’acquisto, riceverà un ulteriore comunicazione per avvisarlo che il promocode ha un scadenza, in modo da indurlo a compiere l’azione.

Marketing Automation: i risultati

Grazie al nuovo modulo di Marketing Automation ed alla strategia applicata, l’ecommerce di Bellissima ha registrato un open rate del 70% per questo tipo di comunicazioni, ma la cosa più importante è che il 7% di queste hanno generato conversioni, cioè l’acquisto del prodotto.

Per approfondire l’argomento guarda il video e richiedi una demo! Vi ricordiamo anche che iscrivendovi alla nostra newsletter mensile, riceverete sempre i nostri contenuti in anteprima.