Mailing list: come mantenerla pulita

E’ in arrivo la primavera, e di solito in questa stagione si fanno le “grandi pulizie”, quindi quale occasione migliore per darvi qualche consiglio su come pulire il vostro database 🙂
Avere una lista ben curata non solo migliora le perfomance delle vostre campagne ma aiuta a migliorare aspetti quali la vostra reputazione presso i provider e l’engagement dei contatti.  Inviare delle comunicazioni a dei contatti inesistenti o inattivi sono fattori che possono incidere negativamente sulla fiducia che i provider ripongono nei vostri confronti. Sporcare la reputazione dell’indirizzo rischia di far finire le vostre comunicazioni in spam.

E’ in arrivo la primavera, e di solito in questa stagione si fanno le “grandi pulizie”, quindi quale occasione migliore per darvi qualche consiglio su come pulire il vostro database 🙂
Avere una lista ben curata non solo migliora le perfomance delle vostre campagne ma aiuta a migliorare aspetti quali la vostra reputazione presso i provider e l’engagement dei contatti.  Inviare delle comunicazioni a dei contatti inesistenti o inattivi sono fattori che possono incidere negativamente sulla fiducia che i provider ripongono nei vostri confronti. Sporcare la reputazione dell’indirizzo rischia di far finire le vostre comunicazioni in spam.

Perché pulire la mailing list?

I vantaggi di avere una lista pulita ed aggiornata sono:

  • Aumento open rate: se cancellate dalla vostra lista i contatti che non aprono le vostre newsletter, l’open rate aumenterà rendendo i vostri seguenti invii sempre più efficaci.
  • Aumento percezione del brand: dovete essere ricordati in positivo e non come un’azienda che invia delle email che non vengono aperte. Se i vostri contatti non leggono le vostre comunicazioni sarebbe il caso di cancellarli dal database.
  • Diminuzione di reclami: questo perché inviate newsletter a persone che sono interessate a riceverle.

mailing-list

…Cominciamo con la pulizia

Molto spesso nel vostro database sono presenti contatti con indirizzi “poco affidabili” o “pericolosi”. Con la nostra piattaforma MagNews, “fare pulizia” del database non è mai stato così semplice… con pochi clic ed in maniera automatica avrete una mailing list sempre aggiornata. Vediamo insieme gli indirizzi “da pulire”:

  1. Indirizzi pericolosi: nati con uno scopo diverso da quello di ricevere promozioni e offerte (es. privacy@mybrand). Questa tipologia di indirizzi molto spesso segnala le vostre comunicazioni come spam e quasi sempre sono presenti in liste acquistate da terzi. Se per caso avete degli indirizzi simili nel vostro database, vi consigliamo di disiscriverli per evitare segnalazioni.
  2. Indirizzi di gruppo: molto spesso in questa tipologia è presente una lista di contatti e non un unico destinatario (es. @mybrandgroup), ed averli nella propria mailing list è ad alto rischio di spam.
  3. Indirizzi obsoleti:  contengono un dominio non più esistente e solitamente si trovano in liste ormai datate (es. @jumpy.com). Il rischio di averli nel proprio database è quello di registrare le comunicazioni come non consegnate.
  4. Indirizzi aziendali: spesso utilizzati da aziende, contengono una lista di contatti (es. marketing@mybrand – info@mybrand). La comunicazione viene ricevuta da n contatti, con la possibilità che alcuni di essi possono segnarvi come spam. Questi indirizzi si trovano in liste acquistate da terzi e se vi accorgete di avere degli inattivi vi consigliamo di eliminarli.
  5. Indirizzi usa e getta: ci sono dei programmi che permettono di creare delle email temporanee da utilizzare solo per un determinato servizio. Hanno tutte le caratteristiche di una email con l’unica eccezione che dopo un tempo specifico non risultano più attive. Tutte le comunicazioni inviate a questi indirizzi non registreranno né aperture né clic.
  6. Indirizzi sbagliati: contengono errori, che possano essere voluti o meno, di battitura come la mancanza di un punto che separa il dominio o mancanza di una lettera. Se inviate delle comunicazione a questi indirizzi, le email verranno registrate come non consegnate.  Quindi, quando ve ne accorgete sarebbe consigliato eliminarli dalla vostra lista. Per evitare di perdere sostanzialmente dei buon contatti per errori di battitura vi consigliamo di inserire all’interno dei vostri form il cosidetto “double opt-in”, che richiede la conferma di iscrizione ai servizi.conosci la mailing list

MagNews vi aiuta in tutto questo, cercando di ridurre al minimo il margine di errore. Se volete approfondire l’argomento potete scaricare la nostra ricerca “conosci la tua mailing list” oppure chiedere una Demo gratuita per scoprire cosa puoi fare con la nostra piattaforma.

gabriella.pistillo

Marketing Assistant.