Le email transazionali fanno risparmiare

Il 3 dicembre, allo IAB Forum di Milano, terrò un workshop sull’email marketing. Segnatélo in agenda: ci vediamo alle 15 in sala Amber 1 e parleremo di Email Automation.
Uno tra i maggiori plus dell’email marketing è il fatto di essere il medium “diretto” e personalizzato per eccellenza; tuttavia, la personalizzazione non necessita, in fase operativa, di una forte componente umana: se si è lavorato bene sul piano strategico, prospect e clienti entreranno a far parte di un contact plan in buona parte automatizzato. Il vostro brand sarà realmente vicino al singolo utente, senza che questo pesi eccessivamente sulle funzioni aziendali.
L’email automatica o trigger o email transazionale è una comunicazione che viene spedita al compimento dell’utente di una data azione, oppure sulla base di un calendario predefinito.
Vediamone alcune assieme.
Esempi di comunicazione time-based sono le email di compleanno, le email per augurare “buone feste”, le newsletter mensili, le email che ricordano lo scadere di una garanzia, un’offerta, una sottoscrizione.

comunicazione MagNews natale
Le comunicazioni action-based partono al compimento di una determinata azione del contatto. Sono tutte le thank you email, le risposte di avvenuta transazione, le comunicazioni relative alle credenziali, ma anche tutte quelle comunicazioni basate sul comportamento dell’utente: se impostate un trigger che viene inviato a tutti gli utenti che non aprono le vostre email da tre mesi, impostate una comunicazione action-based (in questo caso non-action based 😉 ).
Progettare un piano contatti significa quindi dosare un mix di comunicazioni time-based e action-based, per essere sempre vicino all’utente. Ricordando che le email transazionali sono tra le più aperte del vostro contact plan e quindi potrebbero essere utilizzate per promuovere offerte attinenti o per porre l’attenzione su novità, eventi, …
Ideare un workflow funzionale e adottare una tecnologia “intelligente”, vi consentirà di essere efficienti sul mercato dell’attenzione e soprattutto nel conversion rate.
Per approfondire potete guardare il contact plan Ducati, che spiega come fare dell’email marketing il medium ideale per massimizzare la customer satisfaction in tutto il mondo.
Vi aspetto allo Iab Forum.
Passate a salutarci anche allo stand: abbiamo una sorpresa per voi!