Il Marketing negli anni 10

Perché i progetti di digital marketing non sempre riescono a far esplodere completamente il potenziale di internet, restituendo i risultati attesi in termini di ROI? Maurizio Fionda, Ceo Diennea MagNews, ha le idee molto chiare a proposito. “I nuovi media non possono più essere considerati un fenomeno marginale”, spiega. “Le strategie di comunicazione devono prevedere un’integrazione tra media tradizionali e nuovi media. La figura della piramide esemplifica questa vision”.

 

La piramide ideata da Maurizio Fionda, CEO, Diennea MagNews

La base della Marketing&Communication Pyramid è potenzialmente ampliabile ed è costituita dalle piattaforme media, proprietarie o presenti sul mercato. Il livello superiore identifica la capacità operativa, verticale rispetto alla singola piattaforma. Se la strategia di marketing si colloca idealmente al top, è evidente come la centralità dell’area progettuale fonde idealmente teorie del marketing e new media.

Questa vision ha un respiro che va molto oltre l’organizzazione aziendale e il raggiungimento degli obiettivi: definisce un vero e proprio veicolo di comunicazione intergenerazionale, che dà valore sia a conoscenze tecnologiche “giovani” che solo fino a un decennio fa si collocavano quasi in una sfera “futuristica”; sia a competenze di marketing classico che prendono le mosse dall’esperienza sul campo dei marketing manager e da una letteratura ormai divenuta classica, fatta da grandi nomi come Kotler, Keller, Reicheld.

È di questo che ci occupiamo in Diennea MagNews: facciamo incontrare a livello di“progetto” il know how strategico e tecnologico, fondendo teoria di marketing e conoscenza pratica dei nuovi media.

Anche di questo si parla al Master in Marketing, Communication e New media, Alma Graduate School, presso cui Fionda è docente.