Gli obiettivi dell’email marketing

Abbiamo detto spesso che l’email marketing è uno degli asset del digital marketing che fornisce più dati, e non solo aggregati. Questo vi permette di fare tuning praticamente in tempo reale e di aggiustare vostra strategia sulla base di analisi puntuali. Ne consegue dunque un circolo virtuoso che parte dall’analisi, passa per la strategia e per l’implementazione, e ricomincia, statistiche alla mano, una volta lanciata una campagna.

Quale momento migliore di ora per pianificare la strategia 2015, partendo dalle statistiche dell’attività 2014? Ne parleremo anche il 5 febbraio dalle 16.30 alle 17.30, in occasione del webinar gratuito “Un anno di Email Marketing”.

Vediamo ora quali obiettivi di marketing possono servire le vostre differenti tipologie di comunicazioni via email.

obiettivi email marketing

Volete un servizio clienti il più automatizzato possibile?

Le email possono aiutarvi a fornire ai vostri utenti un servizio puntuale e preciso. Pensate alle email di conferma di avvenuto pagamento, di tracciamento di un pacco; oppure a bollette, fatture, avvisi di scadenza delle polizze che arrivano puntualmente nella vostra casella di posta.

Se desiderate automatizzare il vostro servizio clienti grazie all’email marketing, la chiave del vostro successo sarà una tecnologia impeccabile: è importante che possiate gestire correttamente le email automatiche e anche che il vostro provider presti grande attenzione alle policy di deliverability (naturalmente MagNews lo fa).

Leggete il caso Ducati o guardate questo video per vedere come l’email, in maniera automatizzata e precisa, può supportare un servizio clienti in sette lingue.

Desiderate instaurare una relazione personalizzata con il vostro pubblico?

L’email serve anche per “nutrire” i vostri contatti (nurturing), fornendo loro intrattenimento, informazioni utili o le novità del vostro brand, per fare in modo che si ricordino di voi…almeno fino al prossimo acquisto.

Quando scrivete con questo obiettivo, ponete la massima attenzione sui contenuti (com’è che si diceva? Content is king. Sappiate che questa massima è eterna, anche se, passato l’hype, nessuno la cita più): siate pertinenti e rilevanti più che potete. Chi si iscrive alla vostra newsletter sta aprendo le porte a una conversazione privata, e i vostri messaggi, verosimilmente, gli verranno notificati in tempo reale, sullo smartphone, a qualunque ora. Non tradite la reason why di questa conversazione. Rendetevi graditi e riconoscibili.

Leggete il caso BTicino per scoprire come si può instaurare una relazione con il proprio pubblico anche attraverso la newsletter.

Utilizzate l’email per obiettivi commerciali?

Se desiderate vendere attraverso l’email, dovete puntare sulla personalizzazione, ovvero dovete mettervi in grado di fornire il contenuto giusto alla persona giusta, per evitare costose “sparatorie sul mucchio”. Le informazioni si possono ottenere in maniera diretta, attraverso survey o form web, oppure in maniera indiretta, analizzando il comportamento dell’utente (che tipologia di articoli clicca maggiormente, quali prodotti abbandona nel carrello, eccetera).

Leggendo il caso Imetec, potrete scoprire come la personalizzazione delle email commerciali accresca la rilevanza per l’utente e lo predisponga all’acquisto.

Ci vediamo al prossimo webinar per aiutarvi a definire la strategia del 2015.

Valentina Santandrea

Communication Specialist | Diennea - MagNews.