Email Marketing ROI

In questo articolo parleremo di Email Marketing e ROI, citando dati e mettendo a disposizione contenuti scaricabili.

Email Marketing, 1$ speso ne genera 2,24$

Email Marketing e ROI Lo dice la DMA Americana nel suo ultimo report. L’Email Marketing è ancora al primo posto dei canali di Direct Response. La conferma viene dalla Data & Marketing Association americana, ex Direct Marketing Association, che nel suo ultimo Response Rate Report 2017 analizza le perfomance dei principali canali di marketing diretto. Nella classifica del ritorno sull’investimento medio l’Email Marketing si posiziona ben prima degli altri canali con uno straordinario 124% di ROI, seguono i Social Media (30%) e le campagne postali (29%), chiudono fra i big gli annunci sponsorizzati sui motori di ricerca (23%) e le campagne Display (16%).

Vuoi sapere tutto sul comportamento degli utenti?

Email Marketing ROI Fonte: http://www.marketingcharts.com/dma-median-roi-by-direct-marketing-medium-june2017

Queste a nostro avviso le ragioni di un’affermazione così consistente dell’Email Marketing:

  • Ruolo nella Digital Strategy

L’Email Marketing è il canale più efficace nella fase di fidelizzazione e retention. In tutti gli ecommerce maturi la maggior parte delle transazioni sono opera di utenti che acquistano più volte nel corso del tempo. Il canale di comunicazione viene aperto al momento della registrazione e, tipicamente, dopo una prima fase di nurturing, avviene il primo acquisto. Dopodiché si tratta solo di curare la relazione con messaggi pertinenti e personalizzati al momento giusto. Non c’è canale migliore dell’Email Marketing per fare questo.

  • Relazione

L’Email Marketing è lo strumento digitale più adeguato a costruire una relazione duratura con i clienti. Perché? Perché li chiama per nome, perché consiglia nuovi acquisti, perché ricorda anniversari e compleanni, perché fornisce informazioni utili e propone soluzioni sartoriali ad ogni iscritto alla newsletter.

  • BOFU

Non solo fidelizzazione; all’interno di una strategia di Lead Generation e in fase di acquisizione del cliente, spesso l’Email Marketing è il canale che chiude l’acquisto dopo che le altre campagne hanno fatto il lavoro sul TOFU e sul MOFU; Il cliente clicca su un annuncio paid search, visita il sito, non acquista, vede un vostro banner grazie al remarketing sulla rete display, torna sul sito, non compra ma si iscrive alla newsletter grazie alla quale gli vengono date informazioni che lo aiutano nella fase di consideration. La probabilità che un acquisto avvenga dopo aver ricevuto l’email giusta al momento giusto è molto alta.

  • Costi

I costi di traffico sono molto bassi rispetto agli altri canali. Una email costa molto meno di un click su un annuncio sponsorizzato e rende molto di più. Ovviamente confrontare il CPC o i CPM dei due canali è molto difficile: il carico di informazioni pre-click che contiene una email è decisamente più alto di quello di un annuncio sponsorizzato. Tornando al report della DMA, anche nell’analisi del Cost-per-Acquisition l’Email Marketing è il canale più performante. I risultati migliori li raggiunge con le comunicazioni inviate a liste di clienti proprietarie (10,32$ CPA); la nostra esperienza ci suggerisce che gran parte di questo successo sia dovuto alle sempre più diffuse strategie di email marketing automation che hanno tassi di conversione anche decine di volte più alti rispetto alla media degli altri canali. A questo proposito al NetComm Forum 2017 abbiamo presentato il caso di Stroili in cui i tassi di conversione legati alla marketing automation sono x volte superiori a quelli della media del sito.

Cost per Acquisizione Canali Web Marketing Fonte: http://www.marketingcharts.com/dma-cost-per-acquisition-by-select-direct-marketing-medium-june2017

I dati inoltre ci dicono che l’Email Marketing è viva, vivissima, e attraversa un gran momento di forma, soprattutto quando lavora in sinergia con gli altri canali. È ancora il canale più utilizzato dagli intervistati, la usa il 92%, e la metà di essi afferma di volerla utilizzare sempre di più nella propria strategia digitale. Se vuoi conoscere tutti i segreti per una strategia digitale di successo, iscriviti al corso email marketing avanzato! Il Response Report 2017 fa bene all’Email Marketing. Potrebbe fare meglio? Forse sì. Più ci inoltriamo in questa terra di frontiera che è il digital marketing, più vediamo sbiadire alcune certezze: Il customer journey sta perdendo i contorni che gli sono stati attribuiti solo qualche anno fa. Non ce n’è uno che riesca a descrivere tutte le infinite situazioni sul web, ma nemmeno che riesca a raccontarne la maggior parte. Tuttavia questa varietà di Customer Journeys ha una cosa comune, banale, ma è un punto fermo: prima dell’acquisto l’utente interagisce con più canali. Per quanto il Response Rate 2017 racconti cose positivissime sullo stato di forma dell’Email Marketing, ci auguriamo nei prossimi anni di vedere dati che rappresentino in maniera più estesa l’interazione fra i diversi canali in luogo dell’analisi delle performance di ogni singolo strumento: la multicanalità non è il futuro, la multicanalità è la realtà.

Se vuoi conoscere i segreti delle migliori strategie di Email Marketing:

Andrea Girelli

Digital Performance Manager.