Email Marketing Experience Report 2016

Come si evolve il rapporto degli italiani con l’email? Lo scopriamo insieme analizzando i dati della nostra ultima ricerca “Email Marketing Experience Report 2016” condotta in collaborazione con Human Highway. Lo scopo della ricerca è quello di analizzare il rapporto tra gli italiani, la posta elettronica ed i sistemi di messaggistica alternativi all’email, con particolare focus sul comportamento degli utenti nei confronti del fenomeno dell’Adblocking e dei filtri antispam.

Ti ricordiamo che puoi scaricare la ricerca completa sul nostro sito.

Quante email ricevono al giorno gli italiani?

Email Marketing Experience ReportOgni giorno gli utenti ricevono quasi un miliardo di messaggi, poco meno di 30 per utente, e sempre più spesso vengono letti in tempo reale. Ciascun utente utilizza in media 2,3 caselle di posta, in particolare sono gli uomini ad avere più indirizzi email (2,4 quelli utilizzati dagli uomini rispetto a 2,2 delle donne).

La ragione principale per cui si aprono diverse caselle di posta è la necessità di veicolare tipologie di comunicazioni diverse in caselle diverse. Generalmente, le persone distinguono le email di lavoro da quelle personali, e molto spesso, aprono una casella di posta per veicolare messaggi che consultano saltuariamente (39%).

Gmail: la posta del “cuore” degli italiani

Gmail-iconNon è sorprendente il risultato della nostra ricerca: circa il 55% degli utenti internet dichiara di possedere ed utilizzare Gmail come casella di posta principale, seguita da Microsoft (Msn, Hotmail, Live) e Italia online (Libero, Wind, iol.it) con 10 milioni di caselle attive ciascuno.

Proprio Gmail, che solo qualche anno fa era considerata la casella più giovane, nel 2016 ha raggiunto livelli di longevità talmente alti da essere paragonati ai fornitori storici come Yahoo e Tiscali.

Come, dove e quando gli italiani preferiscono consultare le email

L’81% degli utenti accede alla propria casella di posta tramite il web, il 45% utilizza un lettore di posta soprattutto per la lettura di email aziendali, ed il 43% tramite App specialmente nel caso di Gmail. Solo il 15,4% degli utenti accede alla casella di posta tramite i tre canali: web, lettore di posta e App.

Le email vengono consultate nei più svariati momenti al giorno: nel 47% dei casi quando sono al computer per svago ed interessi personali, il 35% per lavoro o studio, il 26,1% preferisce farlo comodamente dal divano oppure dal letto prima di dormire o appena svegli.

Negli ultimi due anni è aumentata la quota di persone che leggono le email in tempo reale (30%), durante i momenti di relax (26%) o in bagno soprattutto per gli uomini.

DEM e Newsletter che piacciono di più

Immagine2Perché gli utenti si iscrivono alla newsletter? Il 35% degli intervistati per rimanere aggiornato sulle novità, il 20% per la funzione di promemoria svolta dai messaggi ed il 18% per l’interesse verso i contenuti. Ma ad attirare maggiormente l’attenzione poi sono le email con buoni sconto (61%), quelle successive a un acquisto online (41%), ed i messaggi che offrono coupon e opportunità di nuovi acquisti on e offline (36%).

Le donne sono più interessate a newsletter di sconti, moda, salute e bellezza e gastronomia, mentre gli uomini si iscrivono più spesso a servizi informativi su temi di tecnologia, meteo, sport, auto/moto, bollette e utenze di casa.

Vuoi scoprire gli altri risultati della ricerca? Scarica gratuitamente il nostro white paper “Email Marketing Experience Report 2016”… E nel frattempo, dai un’occhiata all’infografica.

Infografica_Email Marketing Experience Report

Gabriele Tassara

Web Marketing Specialist | Diennea - MagNews.