Email Marketing Automation nell’eCommerce: ne parliamo con Giovanni Cappellotto

Martedì 28 febbraio alle ore 11.00, ospiteremo Giovanni Cappellotto nel nostro spazio webinar, per confrontarci sulle potenzialità dell’email marketing automation nell’eCommerce. Lo faremo con il supporto di alcuni casi di studio ed esempi pratici.

Abbiamo scelto di parlarne con Giovanni perché, oltre a essere uno apprezzato specialista del settore, è stato anche un early adopter del modulo di MagNews per la creazione dei workflow. Partiamo dunque dalla sua esperienza con i clienti per comprendere le potenzialità di questa innovazione, ma soprattutto per definire alcune best practice progettuali.

Email Marketing Automation nell’Ecommerce scopri i contenuti del webinar! Iscriviti!

Webinar con Cappellotto

Giovanni, implementare un progetto di marketing automation, richiede dei requisiti, quali?

Il primo requisito è sicuramente la curiosità, o meglio, la voglia e la necessità di capire se le azioni che si stanno facendo portano risultati e quali risultati portano. La vendita è fatta di tanti elementi ed è indispensabile capire quali sono le tattiche e le strategie più utili per ottenere risultati.

Una volta definiti alcuni obiettivi, valuti se la cassetta degli attrezzi che hai a disposizione ti permette di lavorare con il giusto sforzo per ottenere un risultato. Da tenere presente che il mezzo è sempre il mezzo e mai il risultato. Alla base c’è sempre un processo di analisi, di valutazione, di costruzione e di test.

Quali sono le metriche di valutazione del successo di un processo automatico? Cosa hai misurato nei progetti che hai seguito?

Banalmente gli incassi o i maggiori incassi rispetto a procedure indistinte adottate in precedenza. Trattandosi di vendite online si cerca di ottenere un maggior volume d’affari con una riduzione di costi, perché produca un maggior utile. Questo è comunque un principio generale che dovrebbe sostenere una vendita ben impostata. Nei casi specifici, la somma dei risultati produce anche una maggior conoscenza della composizione della popolazione di clienti, in modo da migliorare tutta l’attività.

Quali sono i principali errori da evitare quando si comincia ad automatizzare l’email marketing?

Il maggior errore è pensare che tutto si risolva in pochi passaggi e che l’automazione sia un processo banale. Non lo è e si cresce un pezzo alla volta, anche facendo errori di valutazione.

Quali sono le automazioni più interessanti che hai sperimentato?

Ogni storia e ogni progetto potrebbe avere delle impostazioni diverse dovute al prodotto, alla clientela, alle fonti di traffico. Ci sono dei processi circolari che vengono impostati a partire da una necessità, come trovare lead, non perderli e trasformarli in clienti, oppure cercare buoni risultati senza stressare le liste di invio, per poi riprendere i contatti con i clienti. C’è tanta enfasi attorno ai processi di automazione e alla personalizzazione, ma tutto parte sempre da una analisi e dalla progettazione di soluzioni, pronti anche a cambiare idea e a ricominciare.

Non perderti il webinar il 28 Febbraio! Iscriviti subito, posti limitati!

 

Gabriella Pistillo

Marketing Specialist | Diennea - MagNews.