BtoB Marketing Forum 2018. Ci saremo anche noi con DHL per parlare di Lead Management. Scarica la preview della case

23 maggio, a Milano torna l’evento italiano più importante del settore BtoB.
BtoB Marketing Forum 2018, il nostro progetto con DHL

BtoB Marketing Forum: perché esserci

BtoB Marketing Forum rappresenta da otto anni “il punto di riferimento per gli operatori del settore B2B”. L’occasione per creare e rafforzare il proprio business network, per trarre spunti da relatori e manager che condivideranno casi di successo e per tenersi aggiornati sui trend di settore.

Insieme a DHL Express Italy, ti spiegheremo come reingaggiare 8K contatti in 8 mesi, grazie ad un flusso strategico di comunicazioni.

Andrea Boaretto, chairman dell’evento:

Andrea Boaretto

Esperto di marketing multicanale da quando la disciplina e la pratica hanno avuto inizio in Italia. Attualmente Founder & CEO di Personalive, start-up incubata presso il Polihub di ricerche di mercato e advisory di marketing multicanale grazie al modello originale di Dynamic Personas™. È membro dell’Extended Faculty di MIP Politecnico di Milano Graduate School of Business, ove è Adjunct Professor of Multichannel Marketing. È co-autore di diverse pubblicazioni come i Rapporti “Osservatorio Multicanalità” e “Osservatorio Mobile Marketing & Service” dal 2007 al 2015, Marketing Reloaded, Open Marketing, Mobile Marketing.

Il B2B Marketing Forum è l’unico evento in Italia che in maniera strutturata attraverso un Osservatorio, testimonianze e casi aziendali, affronta le linee di tendenza del marketing B2B, che spesso veniva considerato lontano da innovazioni e cambiamenti.
Quest’anno abbiamo innovato il survey alle aziende focalizzando maggiormente sui trend di innovazione e tecnologici.

Marketing e B2B: quali trend si stanno consolidando?

In questi anni ho osservato e sto osservando una maggior consapevolezza delle imprese del comparto B2B innanzitutto a fare marketing: sembra banale ma questo è il vero tema, ovvero l’errore di non considerare il marketing come un’attività strategica, ma un puro insieme di attività operative a supporto delle vendite.

In seconda battuta, ma può essere anche concausa dell’affermazione precedente, le imprese B2B capiscono che la digitalizzazione e un approccio multicanale non è più solo una suggestione o un trend da cogliere ma un vero a proprio asset che implica una revisione dei processi commerciali e di marketing.

“Lead Management”, perché ritieni sia un tema rilevante oggi?

Quest’anno il tema su cui si concentrerà il dibattito verterà sulla gestione del Lead B2B, come intercettarlo e come mantenere una relazione duratura. Ho scelto volutamente il Lead Management come tema in quanto, parlando con le imprese, ho spesso notato facce stranite alle parole Lead Generation e soprattutto Lead Nurturing…Da lì, ho capito che occorre rifocalizzare il tema del Lead Management o meglio del Customer Management lungo tutto il ciclo della relazione.

Il programma dell’evento

Il forum sarà composto da 2 panel:

  • Customer Acquisition Management e Multicanalità
  • Casi di successo di innovazione nel marketing B2B

e da 3 momenti di “riflessione”:

  • Lead Management nel B2B: sfide e opportunità
  • Digital Marketing B2B: strategia di oggi per il successo di domani
  • Il futuro del Marketing B2B

Per informazioni e iscrizioni, consulta il sito del B2B Marketing Forum.

I risultati dell’Osservatorio sul Marketing B2B

Verranno, inoltre, illustrati i risultati dell’VIII Osservatorio sul Marketing B2B, a cura di Cribis D&B, Diennea-MagNews e AISM, dove verranno analizzati i cambiamenti e le innovazioni all’interno del business B2B.

Vuoi conoscere i risultati dell’ultimo Osservatorio? Scarica il nostro eBook gratuito “Email Marketing nel B2B”.

Noi al forum

Saremo Sponsor dell’evento per il quarto anno e presenterò alle h. 9.45, insieme a Simona Lertora, Managing Director Marketing and Business Development di DHL Express Italia, il progetto: “Come fidelizzare i clienti al brand e recuperare gli utenti inattivi: il caso DHL”.
Un piano d’azione disegnato in ottica customer-centric, che esula dalle normali logiche di acquisition e retention, ma che vuole anche riattivare i clienti inattivi. Come? Attraverso un concept, “DHL Connection”, un flusso di comunicazioni personalizzate con lo scopo di creare una connessione tra brand e utenti con obiettivi diversi: dalla comunicazione a scopo di engagement, all’accesso ad un concorso dopo il completamento di un’azione.

Intervista a Simona Lertora (DHL)

Simona Lertora

Managing Director Marketing and Business Development
DHL Express Italy 

Entra in DHL nel 1995 in qualità di Fashion Product Manager per poi assumere nel 2000 il ruolo di Industry Sales Manager con la responsabilità dei clienti direzionali appartenenti ai settori Fashion Pharma & Finance; nel 2003 ricopre il ruolo di Marketing Development Manager . L’anno successivo viene nominata Commercial Manager Air Cargo per il Mediterranean Cluster in DHL Aviation Italy e nel 2008 entra a far parte del Senior Management Team, con il ruolo di Customs Director con la responsabilità di tutte le operazioni doganali e regolatorie. Da marzo 2015 assume la guida del Marketing & Business Development di DHL Express Italy.

Qual è stata la strategia messa in campo da DHL?

Partiamo dagli obiettivi che ci eravamo prefissi, principalmente due: aumentare l’engagement verso il brand e riavvicinare i clienti “dormienti”, che non utilizzano i servizi DHL da un certo tempo .
Abbiamo per prima cosa suddiviso la nostra base clienti in 3 macro cluster per targetizzare le azioni di nurturing e di comunicazione. Creare una relazione solida tra brand e utenti è un must che reputo fondamentale, tant’è vero che in azienda abbiamo un programma dal 2012 che si chiama “Insanely Customer Centric” che pone il cliente al centro di ogni azione.

Come è stata valorizzata l’esperienza dell’utente?

Abbiamo costruito un flusso di comunicazioni che potesse intercettare in maniera rilevante i nostri clienti (attivi e non), portandoli a partecipare ad un concorso che li coinvolgesse.
Grazie all’email marketing, abbiamo potuto comunicare in modo ingaggiante con gli utenti e analizzare le loro preferenze. In questo modo abbiamo creato valore per i nostri clienti attivi, arrivando ad ottenere un OR del 25% su alcune spedizioni, considerando che la media nel nostro settore è il 23%. Grazie al progetto “DHL Connection”, abbiamo riavvicinato i clienti inattivi con una comunicazione continuativa e targettizzata e abbiamo portato 8000 contatti ad incrementare i volumi di spedizione. Un risultato sorprendente, che ci fa pensare ancora più in grande per il futuro.

Dove

Vuoi conoscere nel dettaglio le azioni intraprese dal brand? Vieni a trovarci all’evento al Centro Congressi Unione MilanoSala Orlando, Palazzo Bovara, Corso Venezia 51.

Per sapere come ottenere anche tu questi risultati,
claudia.temeroli

Claudia Temeroli è Marketing Manager di Diennea - MagNews. Laureata in Direzione Aziendale all’Università di Bologna e con un Master in Digital Marketing & Communication, Claudia ha 10 anni di esperienza nel Marketing di realtà B2B molto strutturate. Lavora in Diennea- MagNews dal 2015 maturando competenze trasversali che vanno dall’online all’offline, è speaker ad eventi di settore e formatrice della MagNews School, con una specializzazione sulle strategie di digital direct marketing.