A/B test: una best case

Il 27 giugno siamo a Milano a eMetrics Summit, l’evento internazionale che parla delle metriche per il marketing.
La collega Elisa De Portu, Marketing Operations Manager, vi racconterà quello che abbiamo fatto con Telepass, nostro cliente ormai storico.
Non vi racconterò i dettagli della strategia Telepass: saprete tutto partecipando all’evento ;). Oggi vi racconto qualcosa dell’A/B test.

L’A/B test è una best practice diffusa in molti ambiti del digital marketing: vista la grande misurabilità di molti dei canali che utilizzate, potete provare due versioni della stessa campagna e, dopo un periodo di test che varia a seconda di quanto pubblico raggiungete, del canale che utilizzate, etc, scegliete la versione che ha performato meglio.

Naturalmente dovete ragionare a priori su:

  • elemento da testare (ad esempio: se state testando il design di una pagina web, potete testare due posizioni diverse per il bottone della call-to-action);
  • quale KPI misurare (nel caso dei bottoni di cui sopra, “vince” verosimilmente quello più cliccato).

L’A/B testing nell’email marketing, e in particolare con la piattaforma MagNews, può essere effettuato in maniera automatica: una volta che avete definito la strategia, la piattaforma lavora per voi.
In questo caso Telepass ha scelto di testare l’oggetto della email, che è, assieme al mittente, l’elemento che determina l’apertura o la cancellazione immediata delle vostre email.
Fare un A/B test sull’oggetto dell’email è molto semplice. In fase di set up della comunicazione potete indicare due oggetti da testare e la dimensione del campione della vostra mailing list che riceverà il test. Se ad esempio indicate 20%, il 10% della vostra lista riceverà la comunicazione con l’oggetto A e il 10% riceverà la comunicazione con l’oggetto B. A questo punto scegliete quale metrica rende “vincente” una comunicazione rispetto all’altra (in questo caso l’open rate).  Infine potete scegliere di inviare la comunicazione manualmente, dopo aver monitorato i risultati, oppure potete lasciare che MagNews invii la comunicazione vincente al restante 80% del vostro target. Semplice no?

a/b test
Un esempio Telepass.
Nella promo vengono testati due oggetti:
A.    Risparmi su polizza e carburante in un colpo solo! L’oggetto è molto chiaro: aprendo questa email l’utente scoprirà come risparmiare;
B.    Una novità per i clienti Telepass, con sorpresa. Questo oggetto non anticipa la promo, ma fa leva sull’effetto sorpresa e anche sull’identificazione. Sei un cliente Telepass? Sto parlando proprio con te.

Secondo voi quale comunicazione ha vinto?

La comunicazione con l’oggetto B registra il 3,5% di aperture in più rispetto alla A. Vi sembra poco? Pensate che questa comunicazione va a duecentomila contatti…
L’A/B test conviene!
Vi aspettiamo a eMetrics per parlare delle altre ottimizzazioni Telepass e della metrica dell’Engagement.